Federazione Regionale Coldiretti Piemonte

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata

14/02/2019 - N.23

SAN VALENTINO NEGLI AGRITURISMI PIEMONTESI: VINCONO I MENU’ DEGLI AGRICHEF

Oltre un italiano su tre (34%) regala un mazzo di rose rosse o altri fiori, che si confermano l’omaggio preferito per San Valentino. E’ quanto emerge dalla rilevazione condotta dal sito www.coldiretti.it divulgata in occasione della giornata dedicata alla festa degli innamorati. Quasi la metà (42%) delle persone per l’appuntamento del 14 febbraio ha deciso di non regalare niente, o almeno nulla di materiale mentre tra gli altri doni, troviamo cioccolatini o altri dolciumi (13%), gioielli o altri oggetti di valore (6%) mentre il 5% punta su un vestito o un altro capo di abbigliamento.
A non tramontare mai è la tradizione di concedersi una cena fuori nella serata di San Valentino per cui gli agrichef degli agriturismi piemontesi hanno ideato creativi menù gourmet, anche da asporto per chi, eventualmente, non vuole mettersi ai fornelli ma non rinuncia a ricette genuine e stuzzicanti.
Risotto mantecato alla crema di topinambur, roastbeef di fassone piemontese su fantasie di verdure, lonzino in crosta aromatica alla birra rossa Rabel, mele e fichi su fantasia d’inverno, torta al cioccolato fondente con peperoncino: solo alcune delle proposte gourmet  ideate dagli agrichef piemontesi. 
“Nei circa 300 agriturismi diffusi in tutta la Regione non mancherà la creatività dei nostri agrichef – spiega Stefania Grandinetti presidente degli Agriturismi di Campagna Amica del Piemonte – che sapranno proporre gustosi abbinamenti cibo/vino per creare la giusta atmosfera di San Valentino. Oltre ad una piacevole accoglienza, gli agrichef daranno spazio in cucina ai prodotti territoriali di stagione sapientemente valorizzati”.
Per chi cucinerà la cena di San Valentino nella propria casa, Coldiretti Piemonte consiglia l’acquisto dei prodotti nei mercati di Campagna Amica, presenti in tutte le province della nostra Regione, al fine di portare in tavola cibo genuino, fresco e di cui è possibile tracciare la provenienza.