Federazione Regionale Coldiretti Piemonte

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata

05/06/2009 - N.45

TRE AZIENDE PIEMONTESI IN CORSA PER L’OSCAR GREEN

Dopo un accurata selezione sono tre i finalisti piemontesi in corsa per aggiudicarsi il concorso’”Oscar Green”, il premio per l’innovazione realizzato con l’ Alto Patronato del Presidente della Repubblica, che sarà consegnato giovedì 11 Giugno 2009 alle 9,30 al Centro Congressi Rospigliosi di Roma .
La giornata degli Oscar Green vedrà protagonista Alessandro Fornelli per la categoria “Campagna Amica”, Chiaffredo Giordano per la categoria “Oltre la Filiera” e Giovanni Crivello per la categoria “Stile e Cultura d’Impresa”.
Alessandro Fornelli di Nole (TO), ha un’azienda che pratica la vendita al dettaglio di carni e salumi con sistema di etichettatura volontaria per garantire al consumatore trasparenza e sicurezza alimentare. I clienti possono, ogni volta che lo desiderano, visitare le stalle ed accertarsi di persona delle condizioni igienico-sanitarie e del benessere degli animali. L’azienda  offre alla clientela una vasta scelta di carne e salumi ed inoltre piatti pronti della tradizione che usano come ingredienti i prodotti dell’attività aziendale.
Giordano Chiaffredo di Verzuolo (CN) ha creato, per orientare il consumatore ad una corretta abitudine alimentare incrementando il consumo di frutta e derivati ed ovviare al problema relativo agli snack e merendine, una validissima alternativa provando con un distributore di frutta e succhi. I prodotti venduti nei distributori (mele, pesche, nettarine, actinidia, susine, pere, ciliegie, fragole, mirtilli) sono attentamente controllati, sono di stagione e sono forniti dalle aziende agricole provenienti da coltivazioni biologiche della provincia di Cuneo.
La cascina San Pé, di Giovanni Crivello di Poirino (TO), è una vivace azienda agricola a conduzione familiare produttrice di “latte alta qualità” che in parte trasforma in gelato, per offrirlo in un ambiente tranquillo ed accogliente. L’azienda organizza anche interessanti visite guidate per far vedere alle scolaresche tutto il processo di trasformazione dal latte al gelato. Il giro in azienda comprende la visita alla stalla con circa duecento bovini e alla nursery con i vitellini neonati per chiudersi in sala di mungitura dove ogni giorno si mungono circa 20 quintali di latte, in parte utilizzato per i gelati. La visita guidata prosegue al laboratorio di gelateria dove è possibile assistere alla trasformazione del latte in gelato con relativa spiegazione (no coloranti, no conservanti, biodiversità, alimenti in base alle stagioni ecc…) e degustazione finale del gelato di fiordilatte appena fatto. Vengono usati solo i migliori ingredienti, ovviamente naturali e gran parte della produzione del proprio frutteto. Per il fior di latte si usa il latte appena munto e panna fresca, per il cioccolato solo puro cacao, per la nocciola la migliore, la”Tonda gentile delle Langhe”.